fbpx

Una piccola appendice della Giornata della memoria del 27 gennaio, con questo ricordo di una serata in memoria di Siro Terreni.

tempo di lettura: 2 minuti

Così è come Tamara Morelli ha ricordato Siro Terreni, nel dicembre 2019, dopo una serata in sua memoria. Ripubblichiamo quel pezzo nella settimana del 27 gennaio, Giornata della memoria.

Numerosa è stata la partecipazione della cittadinanza alla iniziativa in ricordo di Siro Terreni domenica 9 dicembre alla Casa del Popolo di Spicchio. La manifestazione è stata organizzata dall’ANPI di Vinci insieme all’Amministrazione Comunale e alla Casa del popolo. Lo scopo di far conoscere questo nostro concittadino, scomparso cinque anni fa, e diffondere il suo messaggio di pace e solidarietà è stato raggiunto. Siro si è dedicato con passione per più di venti anni ai ragazzi delle scuole del nostro territorio per raccontare loro le sue esperienze legate ai campi di concentramento nazisti, dove fu prigioniero per circa due anni. Ha saputo essere amato dai giovani per la sua eccezionale umanità e capacità di trasmettere un  messaggio di amicizia e speranza in un futuro migliore.  Sapeva raccontare la sua vita, dal borgo di Santa Maria dove era nato nel 1924, alla prigionia fino al ritorno a casa a Empoli l’8 settembre 1945, in modo coinvolgente da destare l’ascolto dei ragazzi in un rispettoso silenzio. Il percorso di vita è raccolto nel libro “Un nonno racconta” da lui scritto e pubblicato nel 2005. Persona di grande sensibilità, ha sempre trasmesso sentimenti di rispetto e di pace, affermando che l’odio porta solo  altro odio. Nel suo scritto “ La storia siamo noi”, ascoltata nel video dell’intervista, si rivolge ai giovani sollecitandoli a studiare, perché solo con lo studio si può conoscere il passato per costruire una società più giusta.  Sono state lette filastrocche tratte dal suo libro, in particolare molto bella la poesia “ Il ricordo del Prigioniero”, da Nicola Baronti. Erano presenti alcune insegnanti delle diverse scuole elementari e delle medie di Sovigliana e Vinci che lo  hanno  accolto  nelle loro classi per lavorare con i ragazzi. Sono stati letti gli elaborati di due alunne di scuola media, di cui uno dall’assessore Claudia Heimes. Un grazie particolare va a Marco Terreni, figlio di Siro,per le sue parole di apprezzamento, a Dario Corti presidente della Casa del Popolo di Spicchio e infine a due ex alunne della scuola media di Vinci che, pur non avendolo conosciuto di persona, ma attraverso le parole dell’insegnante, hanno accolto l’invito a partecipare. La serata si è conclusa con gli interventi del Sindaco Giuseppe Torchia e del Senatore Dario Parrini.  Un piccolo rinfresco, offerto dalla Casa del popolo, ha chiuso in modo conviviale la serata.


Tamara Morelli

Condividi