fbpx
Premio 2020; Guidotti, Severgnini

(foto: Roberto Messina)

‘Li omini boni’ 2020, una rassegna stampa particolare

Nessuno ne ha parlato sui giornali, ma l’edizione ha ispirato Severgnini a parlare di giornalismo con Guidotti nel proprio podcast.

Alla fine ce l’abbiamo fatta. L’edizione 2020 dei premi per la comunicazione e per il ‘Cronista Toscano’ è stata completata e la manifestazione è stata apprezzata non solo da chi ha assistito in piazza del Castello, ma anche da chi è stato invitato sul palco per ricevere il premio.
L’attestato di stima è arrivato prima da Beppe Severgnini, poi da Francesco Pancani, che sono stati bene in città, prima, durante e dopo i momenti che li hanno visti protagonisti sul palco, ognuno per la propria premiazione (Severgnini per ‘Li omini boni’, giovedì 9 settembre; Pancani per ‘Li omini boni’ per la comunicazione sportiva, sabato 11 settembre).
Poi sono arrivati il plauso e il ringraziamento di Francesco Guidotti (Cronista Toscano), Carlo Fontanelli, Gianmarco Lotti, le Dragon Ladies, tutti protagonisti di questi due giorni dedicati al giornalismo e alla comunicazione sportiva.

Due sono state le menzioni che hanno citato la nostra manifestazione, e che da questa hanno preso ispirazione: una è la ripresa di un aneddoto raccontato da Severgnini su Indro Montanelli, che Elia Billero, direttore di gonews.it e intervistatore della prima serata, ha fatto suo raccontandolo sul proprio giornale; l’altra è il continuo della chiacchierata fra Severgnini e Guidotti, che il giornalista di Crema ha messo nel proprio podcast, “Radio Italians” dove i due dialogano nuovamente sui modi del giornalismo italiano (dal minuto 12’01”).

Tirreno, 12 settembre 2021

Minima menzione, anche sull’edizione de Il Tirreno di domenica 12 settembre.

Condividi