‘Li omini boni’, incertezza sulla presenza di Borrometi al premio. Solidarietà per una vicenda intollerabile.

Il giornalista siciliano, destinatario di uno dei tre Leonardo d’Oro, è rimasto bloccato a Malta con altre decine di colleghi. La solidarietà di VnC.

Domani sera Paolo Borrometi, vicedirettore AGI e presidente Articolo 21, dovrebbe essere con noi a Vinci per ritirare il premio giornalistico ‘Li omini boni’. Vista la incredibile vicenda di cui è stato vittima a Malta con decine di altri colleghi, fra cui l’italiano Sandro Ruotolo, sequestrati dopo la conferenza stampa del premier Muscat, non sappiamo se potrà essere con noi.
Borrometi faceva parte di una delegazione di giornalisti che, a Malta, stavano manifestando per chiedere verità e giustizia per la collega Daphne Caruana assassinata per aver fatto il suo lavoro di giornalista.
Esprimiamo sincero affetto e piena solidarietà a Paolo, Sandro e a tutti gli altri colleghi bloccati senza motivazione. Quanto accaduto a Malta è intollerabile e deve preoccuparci tutti. È necessaria la massima, urgente, chiarezza su ciò che è accaduto.

Mauro Banchini, presidente della Commissione del Premio ‘Li Omini Boni’
Nicola Baronti, presidente dell’associazione Vinci nel cuore

Condividi