Premo ‘Li omini boni’, da quest’anno si possono fare le segnalazioni anche on line

Pronta una pagina sul sito dell’associazione Vinci nel Cuore per votare il ‘Cronista Toscano’. Premiazione il 30 novembre.

La macchina dei volontari dell’Associazione Vinci nel Cuore riparte.
Innanzi tutto è stata stabilita la data per la nuova edizione del premio ‘Li omini boni desiderano sapere’ per la comunicazione e del premio ‘Leonardo Berni per il cronista toscano’, giunti rispettivamente alla quinta e sesta edizione: sarà sabato 30 novembre, Festa della Toscana, nonché giornata in cui si celebra S. Andrea, patrono di Vinci.

La novità più importante, la prima dell’edizione 2019, è che il ‘Cronista Toscano’ può essere segnalato alla Commissione del Premio on line.
Sul sito dell’associazione Vinci nel Cuore è stata infatti creata una pagina (liominiboni.it/segnalazioni-cronista-toscano) nella quale si possono inserire il nome del giornalista toscano segnalato e allegare i suoi lavori, sotto forma di link a suoi articoli o file caricati; ogni segnalazione, che sarà anonima, arriverà a Vinci nel Cuore e sarà poi sottoposta alla Commissione tecnica, che valuterà e deciderà a chi assegnare il premio.

Come da tradizione infatti, l’assegnazione del riconoscimento è preceduto da un sondaggio presso gli operatori del settore e gli amici del Premio mediante l’indicazione di articoli, inchieste e altre attività che possono essere d’interesse per la manifestazione. I premi sono assegnati dalla Commissione in ragione e aderenza alle finalità del Premio. Non è prevista alcuna graduatoria di merito. La Commissione esprimerà le proprie valutazioni e risultati al Comitato Organizzatore, che provvederà ad informare direttamente i premiati, acquisendo il loro consenso e accettazione, presupposto indispensabile per l’assegnazione e comunicazione del riconoscimento. La decisione della Commissione è definitiva e non sindacabile. Le motivazioni saranno illustrate nel corso della premiazione.

L’associazione Vinci nel Cuore offre così uno strumento in più per allargare la platea degli amici del Premio, che possono continuare a segnalare i nomi del loro ‘Cronista toscano’ tramite le ormai tradizionali schede distribuite dall’associazione.

Condividi