Festa della Poesia, è la volta di Roberto Ruini

Conferenza alla Leonardiana, dove il nonno di Ruini, Renzo Cianchi, fu primo bibliotecario per quarant’anni.

La terza serata della rassegna Genio & Poesia, come da programma della Festa della Poesia, è fissata alla Biblioteca Leonardiana per venerdì 15 marzo 2019 alle ore 21.15 con l’incontro su “Leonardo e la poesia laurenziana”.
Relatore sarà Roberto Ruini, docente di materie letterarie, esperto della poesia del Trecento e Quattrocento fiorentino, autore di saggi di letteratura italiana (Quattrocento fiorentino e dintorni Phasar, 2007). A Ruini si aggiungeranno le letture di Andrea Giuntini e la consulenza musicale di Samuele Lastrucci, direttore del Da Vinci Baroque Festival.
La serata vedrà anche altri musicisti come ospiti: Dimitri Betti all’organo portativo (strumento particolarissimo dell’epoca di Leonardo, al quale il Genio vinciano pare si applicasse con nuove e originali soluzioni) e Martha Rook, soprano; Maria Virginia Porta, che per conto dell’associazione Vinci nel Cuore ha collaborato nella direzione artistica del festival vinciano dedicato alla poesia, coordinerà l’evento.
L’incontro con Roberto Ruini è da considerarsi un evento nell’evento: il nonno materno è infatti Renzo Cianchi, già direttore della Leonardiana dal 1928 al 1968, vera e propria istituzione del paese di Leonardo.
La rassegna vinciana sta riscuotendo un grande successo, con tanti appassionati presenti alla varie serate, compresa la Veglia di domenica 10 marzo che ha visto ben venticinque vinciani declamare storie e sentimenti dal palco del Teatro di Vinci. Un paese che si è raccontato in poesia e musica, grazie anche alla partecipazione di Andrea Maestrelli, che per l’occasione ha presentato il suo nuovo progetto su Leonardo.

La manifestazione conclusiva, in collaborazione con il Club Unesco Vinci e la casa editrice Ibiskos Ulivieri di Empoli, è prevista per la Giornata Mondiale della Poesia, il prossimo 21 marzo 2019 nella chiesa di Santa Croce alle 21.15, con lo spettacolo di poesia, musica e danza “L’infinito di Leonardo – Leonardo e i poeti alla scoperta dell’origine del mondo”, un’inedita interpretazione degli scritti di Leonardo in rapporto con la poesia, in occasione anche dei duecento anni de L’Infinito di Leopardi.
Il testo è stato preparato per il festival vinciano da Nicola Baronti e Maria Virginia Porta, che sono i curatori dell’edizione 2019, con la partecipazione di Andrea Giuntini (voce narrante), Tiziana Giuliani (movimenti scenici). L’accompagnamento musicale sarà cura del Duo Mila, ovvero Federica Baronti al flauto e Diana Calosi all’arpa.

Renzo Cianchi, bibliotecario alla Leonardiana dal ’28 al ’68.

Condividi